#Shoppingtherapy, Fashion
Lascia un commento

Avete mai pensato di tatuarvi una ricetta? Ce lo insegnano I Tradizionali

Mettiamo il caso che dobbiate imparare a cucinare. Mettiamo il caso che il quadernone di ricette tramandate dalla nonna necessiti di conoscenze già abbastanza elevate. Mettiamo il caso che qualcuno abbia preso particolarmente sul serio l’atto di rimboccarsi le maniche davanti ai fornelli. I Tradizionali, da un’idea di Marina e Sarah, entrambe designer, fanno in modo che il sapere culinario possa essere veramente alla portata di tutti. In palmo di mano. Anzi, un po’ più su. In palmo di avambraccio.

31

HowtouseITradizionali

Li hanno chiamati tattoo recipes, andandosi ad inventare una categoria merceologica praticamente dal nulla: sono ricette che simulano la versione adulta dei trasferelli, da applicare sull’avambraccio e tenere sotto controllo durante la preparazione della piatto incriminato. La praticità prima di tutto, insomma. E se il tramandarsi ricette costituisce una vera e propria pietra miliare del folklore italiano, I Tradizionali ci insegnano a farlo in modo nuovo e più coinvolgente. Per la prima volta nella storia, la cultura culinaria va a contaminare il proibito mondo dei tatuaggi, convincendo anche le nonne a vedere finalmente di buon occhio certi scarabocchi di inchiostro sulla pelle.

RicetteITradizionali

boh

I Tradizionali, il cui naming è chiaramente preso in prestito da uno degli stili di tattooing più famosi al mondo, sono nati in occasione del concorso Premio Lissone Design 2013 (garantendosi il secondo posto per la categoria “Rito”) e si articolano in collezioni tematiche: ogni confezione contiene all’interno quattro ricette-tatuaggio, oltre alle relative liste di ingredienti e le rispettive dosi. A nobilitare un’idea già vincente, sta il fatto che per il packaging venga esclusivamente utilizzata carta ecologica della linea Crush di Favini, ottenuta da particolari lavorazioni agroindustriali che vanno a rimpiazzare fino al 15% della cellulosa che comunemente verrebbe meno all’albero.

I_Tradizionali_Xmas01

Dipendentemente dal colore del pack, è possibile inoltre distinguere la collezione base dalle special edition dedicate a festività, tradizioni o persone con particolari esigenze alimentari. Online, per esempio, è attualmente in vendita la Collezione Natale 2014, acquistabile nella variante “Dolci” oppure “Pranzo”, a seconda delle ricette che vogliamo tatuarci e mettere in pratica per i nostri ospiti. Vale la pena di dire “Niente più foglietti svolazzanti e scritti di fretta per stare al passo di Rugiati o chi per lui, niente più display dell’Ipad sintonizzati su GialloZafferano impiastrati di uova e farina, niente più tomi enciclopedici di ricette che solo a tirarli giù dallo scaffale è già fatica: tatuarsi le ricette sull’avambraccio is the new black”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...