Eventi, Fashion, Lifestyle
Comments 2

La nuova frontiera del divertimento femminile si chiama Cipria

Girls just want to have fun, cantava Cindy Lauper nel 1983, rilanciando concetti come l’edonismo e l’anticonformismo in versione dance e ultra femminile. Non molto distante da questo genere di ispirazione si colloca oggi Cipria, la serata clubbing rosa per eccellenza. Cipria è un ecosistema di dj, stylist, editor e promoter che cooperano all’organizzazione di un calendario di eventi dedicati. Da circa due anni, Cipria è una costante sulla scena del clubbing veneto, d’inverno al Circolo Mame di Padova, d’estate a Venezia o itineranti per serate capsule. Durante gli appuntamenti targati Cipria ospiti internazionali suonano disco-house con venature soul e funk anni ’70, mentre gli invitati possono scegliere di ballare spensierati sul dancefloor, rifarsi il look presso il punto di instant styling o immolarsi al potere ipocalorico di muffin, cupcakes e marshmallow. Ogni data è segnata da un tema specifico, che solitamente viene fuori a seguito delle riunioni informali in versione aperitivo (per quanto mi riguarda, sempre le più produttive).

Cipria è una piattaforma giovane in continua evoluzione, una metamorfosi di significati e topic. Online parlano di moda (cheap&cipria) e di musica di nicchia per gli amanti del vinile (repressology); nell’account ufficiale Depop (cipria_padova) vendono oggetti di lifestyle nel rispetto sacro del mood di base. In pratica, nell’attesa di conoscere le prossime date e concederci un bel po’ di sano clubbing fuoriporta, leggiamo e compriamo cose belle.

Mente e cuore di Cipria rispondono al nome (d’arte) di Alice Oceanicmood, che spiega di aver fortemente voluto per il progetto che aveva in mente un naming che trasmettesse immediatamente un senso di femminilità d’altri tempi, legato a un sistema di valori più vicino a quello delle generazioni passate, vintage oriented e rigorosamente italiano. Cipria. E se le chiedono quale sia per lei una cosa bella, risponde elencandone quattro: “Mettere i dischi, mangiare, dormire, fare l’amore… non necessariamente in quest’ordine”.

Ah a proposito, nel caso non fosse già sottinteso, definirle serate d’ispirazione rosa non presuppone che gli uomini non siano ben accolti. Anzi.

This entry was posted in: Eventi, Fashion, Lifestyle

da

Silvia dal 1993, Sagittario ascendente Leone. Addicted to carboidrati, ma solo se me li cucina qualcuno. Colleziono fotografie per Instagram e vestiti con cartellino appesi nell'armadio. Canto spesso senza potermelo permettere. Ah, a colazione un muffin sarebbe sempre cosa buona e giusta.

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...