A colazione (non) si parla
Comments 2

Hotel Principe di Savoia, il diario di bordo di una colazione diversa

A cura di Mavi e Silvia.

Non capita tutti i giorni la possibilità di essere invitate a fare colazione in un hotel a cinque stelle, sopratutto se si tratta di un albergo come Principe di Savoia a Milano. Così quando lo abbiamo saputo ci siamo guardate e ci siamo sorrise (virtualmente parlando, si è trattato di uno scambio di emoticons di manine esultanti e faccine con occhi a cuore a go go). E le nostre aspettative sono state ben superate dalla realtà. Come delle moderne Pretty Woman (meno alte e meno maliziose della Roberts) ci siamo avviate verso la sala della colazione. In una situazione simile è stato piacevole persino l’imbarazzo che colorava le nostre guance insieme al blush o che ci costringeva a gesti un po’ impacciati. Ma ci siamo riprese velocemente. Una grande e valorosa impresa ci aspettava. Era l’ora di mangiare e per un compito simile mettere l’imbarazzo da parte è stato fin troppo semplice.

Ci siamo ritrovate a dover scegliere tra le decine di pietanze del buffet. Muffins, invitanti fette di torta al cioccolato o alle mele, yogurt, the, cappuccini così cremosi da arrivare ad invidiare il croissant che ci si tuffava dentro. E abbiamo anche avuto il tempo di innamorarci. Il fortunato? Un etereo succo alla fragola. Ci credete quindi se vi confessiamo che fare silenzio a colazione è stato anche più spontaneo e naturale del solito, vero?

colazione-buffet-pricipedisavoia

Sì, tra lo stupore e la bocca piena non abbiamo dovuto frenare fiumi di parole così tempestosi. C’era l’incanto di vivere un’esperienza simile e la voglia di rubare con gli occhi ogni dettaglio di quel posto magnifico. A due passi, due, dalla stazione Centrale, nella Milano frenetica del business, Principe di Savoia è un’oasi del lusso Made in Italy, un angolo di città in cui ogni comfort diventa un diritto inalienabile e viene garantito a livelli eccellenti. Tutto troppo bello, tanto che non ci sembrava giusto farci attendere su Instagram e abbiamo subito iniziato a condividere con voi quanta bellezza stessimo vivendo. Il cappuccino ancora scottava, ma, per la solita deformazione/ossessione, le prime foto erano già online.colazione-principesavoia-breakfast

Forse abbiamo abusato del principio secondo cui “la colazione è il pasto più importante e deve essere abbondante”, ma quella mattina la pancia gonfia che chiedeva pietà alla cerniera dei pantaloni è stato un problema più che trascurabile. La soddisfazione e felicità per essere state invitate ad una colazione simile e in un hotel così prestigioso hanno inesorabilmente preso il posto di qualsiasi altra emozione.

breakfast-milano

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...