#Traveldiary, Lifestyle
Lascia un commento

La Sicilia che ho incontrato (considerazioni generali)

A dire la verità non l’ho incontrata. Non è stata una di quelle circostanze fortuite che la vita ti presenta senza chiedere permesso. Questa Sicilia l’ho voluta, programmata, organizzata in ogni dettaglio. L’ho immaginata attraverso i diari di viaggio di chi l’ha amata prima di me. L’ho letta nei loro occhi, l’ho ascoltata nei loro racconti. Fino a toccarla con mano.

 

L’aereo atterra puntuale all’aeroporto di Birgi, il paesaggio arido mi lascia intuire la temperatura esterna. Vedo terre desertiche e incontaminate in cui la dirompente forza dei cactus alterna pennellate di verde intenso. Sento addosso i raggi di un sole che fatico a credere sia lo stesso che scalda il resto del mondo.

 

In un attimo sono a Marsala, la perla di origini fenicie incastonata nella costa occidentale della Sicilia. Le testimonianze archeologiche di cui è ricca e i dintorni dall’alto potere attrattivo fanno sì che la cittadina stia scoprendo, proprio in questi anni, l’onda economica del turismo. Fortunatamente, senza che tutto ciò abbia finora compromesso la genuinità dei vicoli del centro storico. A Marsala tutto procede lentamente, manca la fretta dei ritmi urbani a cui noi, un po’ più a Nord, siamo abituati. Gli anziani affollano le scalinate di fronte alla Chiesa Madre e passano le giornate a raccontarsi, mentre osservano sfilare i forestieri in arrivo nella loro città.

Il nido della mia vacanza si chiama Casa MarSalia, piacevole conferma della qualità del servizio Airbnb. Il soggiorno impeccabile ha senza dubbio contribuito a rendere questa esperienza da turista una delle migliori della mia vita. La location è frutto della cura e del buon gusto dei proprietari Aurelio e Anna Rita, compagni di vita (e di scelte di vita): le camere, molto ampie, raccolgono e lasciano interagire pezzi “storici” con arredi più moderni, per un risultato assolutamente caratterizzante. Particolare da non trascurare, gli spazi sono freschi e serviti da un’efficiente connessione wifi, che, da social addicted e blogger dilettante, mi risultava indispensabile. L’accoglienza non ha deluso le aspettative, anzi, le ha sopravanzate: dai primi scambi di email con Aurelio, ho subito capito di avere di fronte una persona professionale ed estremamente disponibile, ma non avrei mai immaginato un calore ed una premura simili. Onestamente, chiunque io abbia incontrato nella mia settimana siciliana mi ha riservato un benvenuto magistrale, d’altri tempi: Mirko del “Caffè Garibaldi”, appuntamento vizioso dei miei peccati di gola mattutini (ed io che, ingenuamente, ho sempre creduto che gli iris fossero solo dei fiori!), Stefano di “ProverBio”, il locale che sta facendo riscoprire il bio in città, Alessia, la guida della Tonnara di Favignana, che ha saputo incantarmi tra le stanze dell’Ex Stabilimento Florio nonostante le gambe fossero stanche per i troppi chilometri pedalati lungo la costa dell’isola.

E sebbene certi spaccati abbiano fatto emergere inevitabilmente i problemi irrisolti che fiaccano la Sicilia, dal randagismo all’allarme immondizia, ho visto la tenacia di un popolo sano e solidamente radicato ai valori più autentici. Pittoresco, in pieno stile Malavoglia.

This entry was posted in: #Traveldiary, Lifestyle

da

Silvia dal 1993, Sagittario ascendente Leone. Addicted to carboidrati, ma solo se me li cucina qualcuno. Colleziono fotografie per Instagram e vestiti con cartellino appesi nell'armadio. Canto spesso senza potermelo permettere. Ah, a colazione un muffin sarebbe sempre cosa buona e giusta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...