#Traveldiary, Lifestyle
Comments 2

Il Salento che non ti aspetti

Quello che ho fatto quest’estate non è stato visitare o scoprire il Salento. Quest’anno mi sono data la possibilità di viverlo, di guardarlo per una volta con occhi diversi. Nata da genitori Salentini non era certamente la prima volta che mettevo piede sul suolo pugliese. La Puglia ha sempre fatto parte di me, della mia vita. Una presenza immanente anche nella mia quotidianità toscana. E così, dopo due anni di assenza, mi sono messa di nuovo in viaggio verso lu sule, lu mare e lu ientu. Ed oggi vi racconto questa esperienza.

vacanze - salento

Come arrivare: Aereo

Non tutte le strade portano in Puglia ma i mezzi si e a proposito di questi non posso far altro che consigliarvi l’aereo. Io sono stata così coraggiosa da scegliere la macchina (volete mettere il fascino di un’esperienza on the road?). Ecco, non fatevi persuadere da stereotipi pseudo-letterari-sentimentali. Dieci ore di macchina (almeno dieci sono state le mie che sono partita da Firenze) sono tutto l’opposto del relax, sopratutto se dovete affrontarle sotto il sole cocente da “caldo africano”, sopratutto con il traffico. Meglio quindi optare per un veloce aereo, atterrare a Brindisi e arrivare all’estremo sud con un autobus, un treno o un auto a noleggio.

Cosa mangiare: Pasticciotti, rustici, calzoni fritti

Mangiare leggero in Puglia è possibile, ma non consigliato. Le cose buone, ma veramente buone hanno sempre un apporto calorico non indifferente. Ma tanto se andiamo in Salento in vacanza non vorremo mica stare a dieta, vero? In vacanza si può ( e si deve!) dare sfoggio alle nostre fantasie culinarie e sopratutto mandare in vacanza i cetrioli, i succhi drenanti e anche quell’applicazione contacalorie che abbiamo scaricato sullo smartphone. E di cibo ipercalorico nel Salento ne troverete in abbondanza. Ho deciso di parlarvi di quelli del cuore, di quelli che più di altri significano casa per me. Ecco quindi che vi consiglio di fare colazione con il pasticciotto, un cofanetto di pasta frolla che racchiude al suo interno una sorpresa di crema pasticcera. Un consiglio? Mangiatelo appena sfornato perchè, se è possibile, diventa anche più buono.

rustici - pasticciotto-salento

Foto Rustici di Giallozafferano.it

Impossibile non farsi tentare poi dal rustico. Perfetto a cena, pranzo o merenda, il rustico è un piccolo e godurioso cerchio di pastasfoglia ripieno di besciamella e salsa di pomodoro. Attenzione, crea dipendenza. Ho visto persone mangiarlo per la prima volta e non riuscire a smettere. E per finire non posso non parlarvi del calzone fritto. Si, lo so che conoscete il calzone e che in questo momento la vostra fantasia vi sta portando a quel piatto che è possibile mangiare tipicamente in qualsiasi pizzeria. Ma il calzone fritto è un’altra cosa. E’ il re dello street food salentino. E’ molto più piccolo rispetto al calzone tradizionale e la caratteristica che lo rende unico è proprio il fatto di essere fritto (e già per questo potrei smettere di descriverlo). La farcia può variare (prosciutto, verdure, mozzarella, pomodoro). Quello che preferisco? Il classico mozzarella e pomodoro non delude proprio nessuno, fidatevi.

Cosa vedere: Centro Storico di Lecce, Cava di bauxite, paesi

Sono sempre di più le persone che hanno deciso di optare per la Puglia negli ultimi anni, rendendola una delle mete preferite, sopratutto dai giovani attratti dal mare e la vita notturna di Gallipoli. Ma la Puglia che ho potuto conoscere io nel corso degli anni è una Puglia diversa. E’ la Puglia dei paesini dell’entroterra, delle tradizioni, degli anziani che si godono il fresco la sera dopo cena fuori dal loro portone facendosi compagnia con i vicini. I paesini sono una realtà del Salento da non sottovalutare, e assolutamente da visitare. E non soltanto per il fascino che indubbiamente riescono a suscitare le case tutte bianche ma mai monotone. Ma sopratutto per la loro capacità di essere un vivido e autentico ritratto della vita lenta, di quella quotidianità scandita dalla partita a carte in piazza con i compaesani, delle anziane signore che con i loro vestiti dai colori vivaci vanno a fare la spesa al negozio di alimentari accanto casa o di chi va in bicicletta all’orto. E sarà bello essere spettatori per una volta di una vita passata, di una vita che non siamo più abituati a vedere oggigiorno, ormai circondati dalle abitudini frenetiche delle grandi città.

paesi - salento - Neviano

E restando sempre nell’entroterra non posso non consigliarvi di visitare il centro storico di Lecce. Così moderno e così storico allo stesso tempo. Un connubio ben visibile fin dalla Piazza S.Oronzo, la piazza principale della città, dove è possibile ammirare ancora oggi un anfiteatro di epoca romana. Ed è sempre la storia la protagonista assoluta, presente sia nelle facciate barocche delle chiese che tra le vie del centro storico che conservano ancora una solennità e una tranquillità che sa di antico.

centro storico-lecce

E poi mi sento in dovere di farvi presente un angolo del Salento che non avevo mai visto, che ho avuto la possibilità di ammirare solo quest’anno e che mi ha entusiasmato come se fossi una bambina. Parlo della Cava di Bauxite a Otranto. Una vera e proprio cava dove veniva un tempo estratto il minerale ma che oggi risulta ormai inutilizzata. Ed è proprio la sua “inutilità” che costituisce oggi un incentivo al suo fascino. All’interno della cava è infatti presente un lago le cui acque blu cobalto creano un meraviglioso contrasto con le pareti rosso fuoco della cava. L’effetto è dei più suggestivi. Vi sembrerà perfino trovarvi su di un altro pianeta.

cava bauxite - otranto

 

Dove pernottare: Tenuta Espada, Gallipoli

Tenuta Espada - gallipoli

Tenuta Espada a Gallipoli è la possibilità di trovare il relax (quello vero) nonostante la frenesia, la confusione e il traffico che contraddistingue la città marittima sopratutto nei mesi estivi. E il tutto a pochissimi chilometri dal centro cittadino. Immersa nel verde di un immenso giardino ricco di fiori e piante di tutte le specie, la Tenuta Espada da la possibilità di poter affittare uno dei molteplici appartamenti, ognuno dotato di tutti i comfort possibili sia all’interno che all’esterno dove il relax prende forma nella piscina, nei percorsi fitness dove è possibile fare jogging immersi nella natura e negli intimi salottini da giardino tutti da scovare e da sfruttare a dismisura, magari in compagnia di un buon libro.

Tenuta espada - Gallipoli

Vi sarà difficile dimenticare il Salento. Visitare il tacco d’Italia è un’esperienza indelebile che da piacere al cuore, alla mente e alle papille gustative. Tutti i vostri sensi vi renderanno grazie e saranno più felice di sostenervi al ritorno alla routine.

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...