Arte, Lifestyle
Lascia un commento

Pylot, il magazine della fotografia analogica

Di Ilaria Donati

Pylot Magazine non è un banale magazine di moda. Questo “ bi-annual, all-analogue, fashion and photography magazine” di cui vi stiamo parlando ha qualcosa di speciale, e si chiama fotografia analogica. Si tratta infatti del primo magazine di fotografia di moda che sta tentando di ridare a questa arte un po’ di autenticità e senz’altro anche un po’ di magia. Dopo un sovraccarico eccessivo di ritocchi e digitalizzazioni che fanno sembrare tutto perfetto, Pylot ha deciso infatti che fosse il momento di dire basta.

We’re pioneering a modern approach in a digitally satured image economy”. Le loro stesse parole denunciano una battaglia molto seria che Pylot ha deciso di affrontare nel più cool dei modi.

PYLOT-02

Dopo il boom dell’era digitale, dove anche il minimo difetto viene corretto, molti negli ultimi tempi hanno riscoperto la bellezza della fotografia analogica (io inclusa grazie alla Olympus di mio padre), apprezzando l’autenticità di ogni singolo scatto, gustandosi i minuti prima di questo, consapevoli che non si può cancellare o ritoccare. Occorre studiare la prospettiva, la luce e infine non resta che affidarsi a una certa dose di fortuna; scegliendo il rullino giusto, a colori o in bn, tra le marche più comuni e non, e scoprire cosa è “ venuto fuori” guardando le stampe finali. Tutto questo era andato perso negli ultimi decenni, soprattutto nel campo della moda e del marketing dove il digitale aveva preso il sopravvento, rendendo l’immagine “troppo bella per essere vera”. Ma Pylot Magazine tenta quotidianamente di dare un taglio a tutto ciò e di reintrodurre in questi due mondi un tipo di fotografia vecchio stile e allo stesso tempo molto contemporanea, apprezzando anche i piccoli (se non inesistenti) difetti di modelle e attimi, che talvolta rendono le foto ancora più uniche.

pylot-3

Backstage, sfilate, ma anche paesaggi, ritratti e street photography, tutto rigorosamente in analogica e Polaroid ( vedi “https://www.the-impossible-project.com/” ) , catturando l’attimo e restituendolo a chi guarda così com’è, senza inganno.

Adesso avete tutte le informazioni necessarie per scoprire Pylot? Basta solo un clic qui: www.pylotmagazine.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...