#Shoppingtherapy, Fashion
Lascia un commento

I trend per la Primavera/Estate 2016 • Parte #1

Odierei la primavera, se non fosse che nel mezzo c’è il mio compleanno e il sole che tramonta dopo le 20 mi mette allegria. Per me di iconico questa stagione ha solo l’allergia e finirà che anche quest’anno indosserò il miglior mal di testa della S/S 2016. Vogliamo poi parlare del cambio dell’armadio? Riesco ad articolare una sola domanda all’apertura degli scatoloni: “Cosa avevo il coraggio di indossare l’anno scorso?”. E come conseguenza, l’irrefrenabile voglia di correre ai ripari. Da Zara, ovviamente. Perché combatto il poliestere con altro poliestere.

Ma spesso accade anche che una combinazione di cieco entusiasmo per le nuove collezioni, la voglia di sentirsi immediatamente più figa e la necessità di rompere i legami del passato (con il guardaroba) risulta letale. Ecco, nel mio caso aggiungeteci pure l’antistamico che contribuisce alla fase di annichilimento durante le prove in camerino o mentre porgo il bancomat alla cassiera di turno. Così mi ritrovo a ripudiare più vestiti di quanti non voglia ammettere. Bistrattati, celati e perfino ancora cartellinati: qui giacciono gli indumenti che non ho mai veramente amato.

È arrivato il momento di dire basta. Questo post, e quelli che lo seguiranno, sono una dichiarazione di intenti per la mia wishlist della Primavera/Estate 2016. Insomma, ho raccolto tutti i trend (o quasi) che ho visto in giro e che ritengo interessanti. Che almeno stavolta non mi trovi impreparata di fronte al tasto “acquista”! E nemmeno voi, perché alla fine di questo “report” ci sarà una sorpresa ad aspettarvi.

trend-bomber

Partiamo dalle basi, o dallo strato più esterno: il bomber. Tradizionalmente sportivo e comodo, la maggior parte dei modelli è invece realizzata con un materiale come il satin e ricamata con motivi floreali, che ricordano l’oriente. Doppia vittoria se scegliete un modello double face (vedi numero 3).

  1. Zara • link
  2. Loéil • link
  3. Zara • link

In alternativa date un’occhiata anche ad Asos e Stradivarius.

trend-scarpe-02

Le Birkenstock hanno aperto la strada alle ugly shoes e adesso le scarpe brutte sono qui per restare. Questo modello in particolare ricorda un ibrido tra le ballerine di Minnie e le scarpine della nonna per andare in chiesa la domenica. Mai e poi mai avrei pensato di tornare a indossare un paio di ballerine, ma, a quanto pare, la moda può anche questo.

E vi anticipo – o vi avverto? – che  la selezione di belle scarpe brutte non finisce in questo post, ma continua nella “Parte 2”.

trend-scarpe-05

  1. COS • link
  2. H&M • link
  3. Asos • link
  4. Uterqüe • link
  5. Asos • link

trend-denim

Dei jeans non si può proprio fare a meno, ma per una volta il focus cade sull’orlo. Meglio infatti se questo è sfilacciato, sfrangiato o accorciato più del dovuto. Perfetti da abbinare alle ballerine di Minnie, neanche a dirlo.

  1. Mango • link
  2. Mango • link
  3. Stradivarius • link
  4. Loéil • link
  5. Mango • link

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...