All posts filed under: News

Le campagne pubblicitarie non sono tutta fuffa: ecco le più belle SS16

Le campagne pubblicitarie non sono tutta fuffa, anzi, a volte possono essere strumenti di comunicazione che danno vita a contenuti bellissimi. Ecco, per la Primavera-Estate 2016 sembra quasi che le grandi case di moda stiano gareggiando a chi riesce a tirare fuori gli scatti di campagna migliori. E i miei occhi ringraziano. Talentuosi fotografi, nuovi volti e volti di sempre, location mozzafiato: le adv campaign diventano strumento di conversazione digitale e mettono in scena il microcosmo della maison che rappresentano, ognuna con la poetica. La moda è innanzitutto immagine, ma l’immagine non è necessariamente apparenza. Tra un attimo, sfoglierete le campagne pubblicitarie che, più di altre, dichiarano fortemente di voler essere e non apparire. Gucci sceglie di raccontarsi in una Berlino anni 80 decisamente poco glam: negli scatti del fotografo Glen Luchford prevale un’estetica decadente e distaccata, volutamente immersa nelle toilette dei club, tra i corridoi e le scale della metro, sui tetti deserti della metropoli. La carica comunicativa delle immagini è talmente alta che il confine tra realtà e fantasia si fa sempre più labile, fino …

#mfw: la sfilata di John Richmond

a cura di Silvia Valesani e Luisa Covini [Questa è la storia di una domenica mattina iniziata con la cipria che inevitabilmente sporca il colletto della camicia fresca di lavatrice, e proseguita con un Sergio Muniz troppo bello da sopportare per un’ora e quaranta esatta di Frecciarossa Firenze-Milano] “C’è sempre una prima volta” è quel genere di formula a cui a volte non rispondiamo neanche. Magari perché preferiamo che questa benedettissima “prima volta” non ci illuda troppo, per poi abbandonarci una volta sedotte. Fatto sta che domenica 1° Marzo eravamo sedute in quarta fila: di fronte ai nostri occhi, i capi della collezione donna Autunno/Inverno 2015/16 di John Richmond, una delle firme più sexy nel calendario della settimana della moda milanese. Tra un selfie, un tweet e un “Indovina chi?” in modalità celebrities-front row, le luci si sono abbassate e la playlist ha iniziato a suonare. La prima sfilata non si scorda mai. Evasioni non troppo innocenti quelle di John Richmond per la donna del prossimo semestre di freddo. Le fughe esotiche si vestono di …

Alexander McQueen e la sua Londra

Londra 2015, le mostre dedicate ad Alexander McQueen

Se amate contemporaneamente Londra e Alexander McQueen potrete capire. In sottofondo: io che batto i piedi e pretendo un volo Ryanair che mi faccia atterrare a Stansted tra 3, 2, 1. Della passione viscerale che mi (ci) lega a Londra, avevamo già parlato qui. Eppure, quello per la capitale d’Europa è un amore che non basta mai. Dunque, sono di nuovo pronta a dichiararle a gran voce tutti i sentimenti più veri che io abbia. Cercando di incastrare giorni liberi, budget e compagnia, per cliccare “prenota” e ripartire al più presto. Per la primavera 2015, tra l’altro, sarei addirittura giustificata. Anche se, per ora, il “Mamma studio moda, come faccio a perdermi la prima retrospettiva su McQueen?” sembra non aver generato gli effetti sperati. In ogni caso, ecco i dettagli di quelli che secondo me saranno gli eventi moda dell’anno. “Savage Beauty”, Victoria & Albert Museum, dal 14 Marzo al 2 Agosto 2015. La mostra sarà la prima grande retrospettiva mai organizzata in Europa dedicata allo stilista britannico. Per i giorni d’inaugurazione i biglietti sono …

Moschino Toy: il nuovo profumo che, sia chiaro, non è un giocattolo

Jeremy Scott lo ha fatto di nuovo. È uscito il nuovo profumo di Moschino. Si chiama Toy. E ha la forma di un orsacchiotto. No, mi spiego meglio: è un vero e proprio peluche. No, it’s not a toy. Non è un gioco. Così come recita la t-shirt. Basta staccargli la testa, e sì, ha un che di macabro in questo senso, per rilevare il vaporizzatore della fragranza. Fragranza che è un mix di mandarino, cardamomo e bergamotto, con note di cuore di lavanda, violetta e biancospino e note di fondo a base di sandalo, vaniglia e acacia. L’idea della bottiglia, come ha spiegato lo stesso Scott in un’intervista, rende omaggio a Franco Moschino, fondatore della maison italiana. Siamo nel 1988 e in passerella sfila la collezione autunno/inverno. Tra gli abiti ce ne è uno fatto di orsacchiotti. Sfilata Moschino A/I 1988 – source: Google Ecco, un bel reminder per tutti quelli che pensavano che Jeremy Scott stesse stravolgendo lo stile del marchio. Al contrario sta riportando in evidenza, alla portata di tutti, l’originaria stravaganza, …

Dolce&Gabbana Enchanted Beauty Eyewear, l’edizione limitata indossata da Bianca Balti

Gli ingredienti di questo racconto firmato Dolce&Gabbana sono i seguenti:
il contesto, ovvero il bosco lussureggiante della sfilata A/I 2015, e la protagonista: Bianca Balti. No, pardon. I personaggi principali sono loro: gli occhiali Enchanted Beauty. Alcuni di loro sono più magici e rari di altri. State attenti, laddove troverete i dettagli preziosi in Swaroski, sappiate che vi siete appena imbattuti in un’edizione limitata.

A colazione non si parla feat Pantone: tutti i colori della primavera 2015

Siamo ai primi giorni di cappotto ma penso già alla palette del guardaroba primaverile. E allora mi sono fatta dare una mano dal re dei colori, Pantone, per capire quali saranno i trend cromatici della prossima stagione. Il Fashion Color Report Spring 2015 è battezzato “En Pleir Air”: il rimando impressionista è talmente evidente che mi sembrava giusto stravolgere qualsiasi francesismo e dare un’interpretazione decisamente più moderna della tavolozza.

Addio a Oscar de la Renta

Il fashion system oggi piange la scomparsa di un suo grande stilista. Oscar de la Renta aveva 82 anni e lottava da tempo contro il cancro. Dominicano di origine, americano di adozione, è diventato famoso proprio per aver vestito le first lady americane, da Jackie Kennedy a Laura Bush, da Nancy Reagan a Hillary Clinton. Amato dalle grandi star di Hollywood per attraversare il tappeto rosso e approdato nelle case del grande pubblico attraverso Sex & The City. Da apprendista per Cristobal Balenciaga era diventato assistente di Antonio Castillo presso Lanvin e, tra i vari riconoscimenti che gli spettano, c’è anche quello di essere stato il primo designer americano a ricoprire la carica più alta di una maison francese, nel 1993 infatti prende in mano le redini di Balmain. “Fashion is about dressing according to what’s fashionable. Style is more about being yourself.” – Oscar de la Renta